Gli eventi UAI

L’Unione Astrofili Italiani (UAI), da oltre 50 anni il principale punto di riferimento culturale, organizzativo e motivazionale degli appassionati di astronomia e di scienza in generale, conferma anche nel 2019 il suo impegno per la diffusione della cultura scientifica.

Numerose le iniziative di divulgazione, didattica e ricerca amatoriale in ambito astronomico, di formazione specialistica e di sensibilizzazione sul tema dell’inquinamento luminoso promosse dall’UAI e organizzate, a livello locale, dalla rete delle sue oltre cinquanta Delegazioni e dei relativi osservatori astronomici e planetari. Il “Calendario Astrofilo 2019”, con gli appuntamenti più importanti per gli astrofili italiani, è pubblicato di seguito. Notizie dettagliate e aggiornate in tempo reale sugli eventi organizzati dalle varie Delegazioni territoriali sono invece disponibili sul portale www.reteastrofili.it.

Il 2019 pullula di eventi divulgativi e osservativi. Si parte il 21 gennaio con l’iniziativa dedicata all’osservazione della Superluna rossa (eclisse di Luna al perigeo), la cui totalità si verificherà tra le ore 5.41 e le 6.43 del mattino. In estate, nelle serate del 12 e 13 luglio, si terranno invece “Le Notti dei Giganti” dedicate all’osservazione del pianeta con gli anelli, Saturno, prossimo all’opposizione e dell’altro “gigante” del Sistema Solare: Giove, in congiunzione con la Luna. E sarà proprio quest’ultima la protagonista dell’intera settimana successiva, dedicata al 50° anniversario del primo allunaggio e del “gigantesco balzo per l’umanità” di Neil Armstrong: si inizierà con l’evento dell’Eclisse parziale di Luna del 16 e si concluderà il 20 Luglio con La Notte Bianca dell’Apollo 11.

L’estate si chiude con l’evento del 10 – 12 agosto dedicato allo sciame meteorico delle Perseidi. L’iniziativa intitolata “Notti delle stelle” è abbinata alla manifestazione enogastronomica “Calici di stelle” promossa dal Movimento Turismo del Vino e dall’Associazione Nazionale Città del Vino. Il 5 ottobre torna in scena la fascinosa Luna: in occasione dell’iniziativa mondiale International Observe the Moon Night” (InOMN), promossa in Italia dall’UAI e dall’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), sarà possibile conoscere tutti i segreti del nostro satellite naturale e osservarlo all’oculare del telescopio. L’11 novembre sarà invece la volta dell’iniziativa dedicata a Mercurio, che transiterà davanti al disco solare. Il raro e suggestivo evento astronomico avrà inizio in Italia alle ore 13.35.

Il 2019 sarà anche all’insegna della solidarietà sociale grazie alle molteplici iniziative rivolte alle persone con disabilità. Il 2 e 3 marzo si terrà a Roma, presso il Centro Regionale Sant’Alessio, il primo incontro del Gruppo “UAI-Divulgazione inclusiva”, nato dal progetto nazionale “Stelle per tutti” sulla divulgazione dell’astronomia e della scienza in favore delle persone svantaggiate. Il gruppo si prefigge di creare un riferimento in Italia per la nuova disciplina della “Divulgazione Inclusiva” in campo astronomico, sia per le associazioni astrofile che per le associazioni di categoria, per gli enti istituzionali, per la stampa e per il pubblico, in modo da facilitarne lo sviluppo tramite la diffusione e il continuo sviluppo delle esperienze concrete.

L’8 giugno torna invece l’iniziativa “Stelle per tutti” con serate osservative pubbliche in tutta Italia e osservatori aperti anche alle persone con disabilità. Tra gli appuntamenti più attesi dagli amanti del profondo cielo, l’iniziativa del 9 e 10 marzo intitolata “110 e… lode!”: un’avvincente “maratona” a caccia dei 110 oggetti del catalogo Messier, una sfida osservativa a cui partecipano ogni anno astrofili di tutto il mondo.

Ma l’appuntamento più importante per gli appassionati di astronomia in Italia è il Congresso dell’Unione Astrofili Italiani: il vero momento di incontro e socializzazione di tutta la comunità astrofila, un fine settimana per fare il punto della situazione, promuovere attività e condividere esperienze, offrire nuovi stimoli e per vivere anche momenti di grande divulgazione scientifica. Quest’anno il Congresso, giunto alla sua 52ª edizione, si terrà a Bologna dal 17 al 19 maggio e sarà svolto in collaborazione con l’Associazione Astrofili Bolognesi.

Non mancano nel calendario le iniziative di formazione, come AstroAcademy: la scuola estiva residenziale di astronomia, in programma dall’8 all’11 luglio, rivolta ai docenti e agli operatori di Osservatorio e Planetario, e le iniziative di aggiornamento specialistico organizzate dalle Sezioni di Ricerca UAI. Tra queste, il meeting sui corpi minori organizzato dal 6 al 7 aprile dalle Sezioni Asteroidi, Comete e Meteore dell’UAI presso l’Osservatorio Astronomico INAF di Capodimonte (Napoli), in collaborazione con l’Unione Astrofili Napoletani; il meeting “Sole – Luna – Pianeti” del 28 e 29 settembre presso l’Osservatorio Astronomico Fiemme a Tesero (TN), il meeting su Variabilità e Pianeti Extrasolari dell’11-13 Ottobre a Gubbio (PG) e il meeting sulla Radioastronomia, organizzato dal 25 al 27 ottobre dalla Sezione Radioastronomia UAI e dalla Italian Amateur Radio Astronomy presso i Colli Euganei (Padova) in collaborazione con l’Associazione Astronomica Euganea.

Nel calendario UAI figura inoltre l’iniziativa “Riaccendiamo le stelle”, volta a sensibilizzare il pubblico sul tema dell’inquinamento luminoso. In programma il 6 ottobre un grande convegno pubblico a Roma a cura della Commissione UAI “Inquinamento Luminoso” ed eventi divulgativi su tutto il territorio nazionale. Nel corso dell’anno verranno infine promossi gli Star Party, momenti di aggregazione e di promozione per eccellenza dell’attività astrofila, e gli incontri di divulgazione con i telescopi remoti UAI, svolti in collaborazione con ASTRA.

 

CalendarioAstrofilo 2019

 

PER SCARICARE LA VERSIONE DEL CALENDARIO IN FORMATO PDF (USARE IL BROWSER CHROME)

 

DISPONIBILE ANCHE A QUESTO LINK IL CALENDARIO IN FORMATO “GOOGLE CALENDAR”, INTEGRABILE CON I PROPRI CALENDARI PERSONALI O NEI SITI WEB DELLE DELEGAZIONI UAI